Secco, dolce o amabile? Molto spesso capita che si crei confusione sulle tipologie  di vino che degustiamo e sulle relative terminologie. Ma ogni vino è connotato da caratteristiche organolettiche e sentori ben precise.

Il vino amabile ha conquistato negli anni sempre più intenditori e wine lovers, proprio per le sue note delicate e per il suo piacevole aroma. Scopriamo allora insieme cosa si intende per  vino amabile e quali sono i vini amabili più conosciuti e apprezzati al momento.

Cosa vuol dire vino amabile

In ambito enologico si definisce un vino amabile quando contiene una percentuale di zucchero compresa tra i 30 e i 50 grammi per litro. Questo conferisce al vino un gusto dolce.

Vino amabile:  i migliori in commercio

Tra i vini amabili troviamo la  Malvasia amabile. Si tratta di un vino prodotto da un vitigno dalle origini antiche, perfetto da abbinare ai dolci, in particolare da forno.

Ottenuto da uve selezionate e caratterizzato da un colore giallo paglierino intenso, si percepisce al palato con un gusto morbido e aromatico. La sua gradazione alcolica si attesta intorno ai 10,5°.  La sua bassa gradazione lo rende, inoltre, molto leggero e beverino.

vini dolci

Altro vino amabile molto apprezzato è Il Lambrusco dell’Emilia Romagna, unico nel suo genere per il suo particolare processo di fermentazione: si interrompe prima che il mosto diventi secco. Per questo il Lambrusco amabile conserva lo zucchero dell’uva, risultando dolce e caratterizzato da note fruttate.

Esistono diverse varietà di Lambrusco:  una tra queste è il Lambrusco dell’Emilia amabile, che si presenta di colore rosso vivace, frizzante prodotto con fermentazione in autoclave. La sua gradazione alcolica è di 9°. È perfetto da abbinare al dessert.

Il Lambrusco di Modena amabile, invece, è un vino rosso frizzante, dal gusto fresco e leggero e dalla spuma fine. Sapido, con connotazioni fruttate e dolci.  Per apprezzarlo al meglio, va bevuto ad una temperatura di servizio compresa tra i 12° e i 14°.

Concludiamo questo viaggio alla scoperta dei vini amabili con un piccolo consiglio: per degustarne al meglio tutti i sentori, i vini amabili vanno serviti in bicchieri di dimensioni non eccessivamente grandi, poichè vanno sorseggiati lentamente. Basterà versarli in semplici calici di forma stretta e lunga.

Aggiungi un commento